Giovanili invernali: Federico Scotti si prende il trono, Marco Zanetti il bronzo!

Pin It

Si sono conclusi i campionati italiani di categoria, sezione maschile: due medaglie e tempi decisamente rilevanti per gli atleti cremonesi in gara.

Federico Scotti fa la voce grossa: nella prima giornata giunge quarto di un soffio nei 100 rana, dove partiva tra i favoriti.

Il tempo finale di 1’03”20, pur essendo il suo migliore stagionale, non lo soddisfa appieno, così come il piazzamento; smaltita la delusione affronta i 50 rana, la sua gara preferita, in cui partiva con il secondo tempo di iscrizione ma, con una partenza fulminea ed una condotta impeccabile, agguanta una pesantissima medaglia d’oro in 28”62, suo primato personale di sempre.

scotti.jpg

Marco Zanetti, anche lui specialista della rana, si cimenta in tutte e tre le distanze, ottenendo un ottimo 28”49 nei 50 ed un buon 1’02”18 nei 100.

Il vero capolavoro lo fa nei 200 metri, gara a lui più congeniale in cui era tra i favoriti; con una condotta magistrale, sia per tecnica che per distribuzione dello sforzo, nuota le otto vasche con estrema regolarità, andandosi a prendere un fantastico bronzo in 2’13”74, tempo di alto livello che lo ripaga dei tanti sacrifici fatti per poter conciliare scuola (quest’anno affronterà l’esame di maturità) e nuoto.

Grandissima soddisfazione per Nicolò Turco, che nei 200 farfalla sfodera una prestazione maiuscola, nuotando 2’02”46 e timbrando il nuovo record provinciale assoluto, tolto ad un mostro sacro come Matteo Salomoni.

nicolo.jpg zanetti.jpg

Buone le prove di Alessandro Bernini, matricola ai campionati, che porta a casa un ottimo 25”95 nei 50 stile libero ed un significativo 56”82 nei 100 stile libero; stessa gara, in categoria superiore, per Alessandro Malfasi, che tocca la piastra in 54”86, vicinissimo al proprio personale.

Chiude la staffetta 4x100 mista juniores che timbra il proprio miglior tempo in 3’58”52, con i frazionisti Filippo Marchi (dorso 1’01”70), Federico Scotti (rana 1’04”27), Matteo Fervari (farfalla 57”59) e Alessandro Malfasi (stile libero 54”90).

gruppo.jpg

Felice l’allenatrice Anna Pecchini: “sono stati sei giorni intensi, abbiamo portato 17 atleti, fatto esperienza ed ottenuto tempi interessanti, che confermano l’ottimo lavoro svolto fino a qui. Meriti che divido con Stefano Fedeli e tutto lo staff e la società. Portare a casa tre medaglie è motivo di grande orgoglio visto il livello dei campionati, ora ci rituffiamo negli allenamenti con l’obiettivo dei nazionali assoluti, che vedranno ai nastri di partenza Vanessa Cavagnoli, Emma Fanfoni e Marco Zanetti”.

 

Per la canottieri Bissolati, splendido undicesimo posto per Andrea Pollenghi nei 200 farfalla juniores: 2’04”79 rappresenta il suo personale nonché il nuovo record provinciale di categoria, che lascia comunque intravedere buoni margini di miglioramento.

Nei 100 farfalla gareggia più sciolto e chiude con un buon 56”18, personale, ancora record provinciale e quindicesima piazza in una gara decisamente veloce.

Ottimo anche Pietro Regonelli, alla sua prima partecipazione ad un campionato italiano non trema e, da ventunesimo di iscrizione, chiude sedicesimo nei 200 rana categoria ragazzi, con il tempo di 2’27”61, vicinissimo al suo personale nuotato proprio per qualificarsi ai giovanili.

Soddisfatto Massimiliano Regonelli, insieme a Michele Lampugnani mentore della Bissolati: “siamo soddisfatti di quanto fatto, Pollenghi si è ben comportato, forse nei 200 ha pagato un po’ la troppa voglia di fare bene, il suo tempo non rispecchia pienamente il suo valore, ma avrà tempo per rifarsi; Pietro ha fatto un vero e proprio exploit per qualificarsi, questo era il premio per il suo enorme lavoro, non aveva pretese ed ha nuotato una buona gara che gli servirà come esperienza e soprattutto come stimolo per continuare a lavorare per migliorarsi. Ora ci aspettano gli assoluti, dove avremo in acqua Giulia Fiorani e Nicolò Fedeli”.