Piadena, la maledizione di Saronno colpisce ancora: Corona Platina out alla bella

Delibasic grande protagonista della stagione piadenese
Pin It

Piadena 80
Saronno 87
Parziali: 21-21 / 43-48 / 61-70

PIADENA Belluco, Borrini ne, Ariazzi 5, Fontana 3, Delibasic 24, Antonietti 12, Rakic, Raskovic 16, Assoni, Marenzi 5, Mascadri 15.
All. Mazzali

SARONNO Furlanetto 4, Pasinato ne, Zemaro, Cacciani 18, Leva 2, Di Meco 18, Gurioli 11, Novati 26, Guffanti 4, Danelutti 4.
All. Crugnola

ARBITRI Di Deo di Milano e Rusconi di Pavia

NOTE Espulso Marenzi

Saronno è proprio maledetta per Piadena. Per il secondo anno consecutivo il Saronno infatti stoppa il cammino nei playoff di Piadena. Una sconfitta amara che non intacca l'orgoglio per quanto di buono fatto da Piadena ma che lascia comunque un velo di tristezza. Gara-3 è stata tirata fino all'ultimo. Avvio combattuto con Mascadri e Delibasic scatenati nei primi minuti mentre Saronno si regge su Novati. Nel secondo quarto gli ospiti sospinti da parecchi tifosi al seguito spingono e con Di Meco riescono a graffiare. Sulla sirena Cacciani trova un improbabile canestro da tre che fa male psicologicamente a Piadena: alla pausa lunga si è sul 43-48. Nel terzo quarto cresce la tensione: gli ospiti picchiano duro e rimediano diversi falli antisportivi, Piadena però si innervosisce e Saronno vola sul 56-70. Sembra finita ma Piadena ha orgoglio e rabbia e sospinta da un grande Delibasic e col contributo di tutti riapre la gara col canestro di Raskovic che fissa l'80-83. Nel finale però Novati è freddo nei tiri liberi e Saronno vince. Decisivi gli errori dalla lunetta per Piadena, i pochi punti della panchina (solo 8) e anche i problemi con l'arbitraggio: espulso Marenzi e Delibasic ha avuto uno scambio di idee molto acceso con gli uomini in grigio. Piadena però deve tenere la testa alta: ha dato tutto e la stagione resta degna di nota nonostante la delusione.