Si chiude un ottimo girone d'andata per i cremonesi

Pin It
Dario Boccasavia
Uno dei migliori nella sconfitta della Sanse sul parquet di Romano Lombardo, mette in campo tanta energia anche e soprattutto quando il passivo si era fatto assai pesante. Secondo marcatore di squadra e miglior rimbalzista (17+7), ci aggiunge un recupero e due assist; sta crescendo molto e sta dimostrando di essere un giocatore molto completo, se continuerà su questa strada potrà togliersi delle belle soddisfazioni.
Davide Speronello
Il migliore dei suoi nella brutta serata in quel di Treviglio, lotta come un leone nonostante la rimonta fosse quasi utopia. Percorso netto da due e dalla lunetta, piazza due bombe, piglia due rimbalzi e rifila pure una stoppata, giusto per non farsi mancare niente; protagonista del break che riaccende una fiammella di speranza per la Sanse, è letale quando può mettere in campo velocità e tecnica.
Marco Bona

Al rientro dopo l'infortunio il play juvino fa spellare le mani ai propri tifosi con una prestazione di alto livello contro il coriaceo fanalino di coda Manerbio. 24 punti con 6 falli subiti, percorso netto dalla lunetta e ben 5 assist che la dicono lunga su quanta voglia avesse Marco di tornare a calcare il parquet, in una serata in cui la Juvi consolida il proprio solitario primato in classifica.

Antonio Lorenzetti
Ormai presenza fissa nella nostra Top5, il bimbo si regala un'altra serata da leader, dimostrando di essere davvero un giocatore capace di spostare gli equilibri in campo; ennesima doppia doppia di stagione (22+12), ormai quasi catalogabile come "ordinaria amministrazione", presenza inquietante in area, sia in attacco che in difesa, regala un pizzico di "umanità" uscendo per falli.
Stefano Mascadri

Insieme a Marenzi è il leader silenzioso della squadra; intelligenza cestistica da vendere, ha il grandissimo pregio di conoscersi a fondo e capire se è o non è serata e di conseguenza adattare il suo gioco. Questa volta capisce immediatamente che è serata, e che gran serata: il tabellino recita 23 punti con il 60% da due, il 75% da tre, il 50% ai liberi, 7 falli subiti, 6 rimbalzi, 3 recuperi ed un assist per un rotondo 28 di valutazione. Fa tutto e lo fa bene, compresi tutti quei piccoli dettagli che non fanno statistica ma pesano nell'economia della partita. Tutti gli occhi erano puntati su Cuccarolo, ma il fenomeno indossava la maglia di Piadena.