Menetti: 'A parte quanto fatto dalla Vanoli, noi eravamo due marce sotto'

 

“Non tanto per quanto fatto da Cremona, quanto per il nostro periodo no dal punto di vista fisico, ma, soprattutto, emotivo. E' evidente che il primo quarto ha segnato tutta la gara, facendoci pagare un conto salato, date le condizioni fisiche non ottimali. La sconfitta è figlia del momento che stiamo vivendo. Aradori è il nostro punto di riferimento, gli altri non sono riusciti a dare quanto può dare Pietro. Anche Amedeo è il giocatore in grado di produrre una spinta emotiva. Dunque, gli infortuni inducono il problema emotivo che attanaglia la squadra da dopo il successo ottenuto contro Milano,, da cui ha avuto inizio la nostra involuzione. Rimas intanto ci potrà dare una spinta emotiva, visto che dobbiamo valutare l’infortunio muscolare alla coscia del capitano, sperando non sia grave. Con la pausa vediamo di rimettere in piedi la squadra e di non mettere in croce nessuno”.