E' una Vanoli imperiosa anche nelle statistiche

La Vanoli torna da Reggio Emilia con due preziosissimi punti, tanta fiducia e tanto orgoglio; i biancoblu infatti dominano sia a livello di punteggio, sia nei "freddi" numeri, che per l'occasione diventano caldissimi e rendono merito ad una prestazione totale dei ragazzi di coach Lepore.

Senza storia le percentuali al tiro da due, con Reggio Emilia che si assesta al 45,7% (16/35), con i soli Polonara e James che riescono ad andare oltre il 60%, senza considerare Strautins che realizza l'unica conclusione tentata.
Gli ospiti mettono in campo una prestazione maiuscola con un ottimo 60% frutto di 24/40, con ben quattro giocatori con percentuali ragguardevoli: Holloway 66,7%, Biligha 72,7%, Thomas che sfiora il percorso netto (85,7%) e Gaspardo che invece lo centra in pieno con 3/3.

IMGL6287.jpg

La musica non cambia quando entra in gioco l'artiglieria pesante: padroni di casa abbastanza imprecisi, tirano con 9/26 che significa 34,6% con il solo De Nicolao capace di realizzare 4 canestri su 8 tentativi.
Biancoblu a segno con 8/17 (47,1%) e capaci di mandare a referto tutti gli effettivi tranne Gaspardo ed Amato, che però una conclusione la tenta.

IMGL9806.jpg

Tiri liberi con percentuale a favore della Vanoli, 78,6% contro il 70% dei biancorossi; curiosamente entrambe le squadre ne sbagliano solo tre, per Reggio due Polonara ed uno Strautins, per gli ospiti uno Turner, uno Holloway ed uno Harris.

Ai rimbalzi prevale Reggio Emilia, 35-28 ma, mentre i ragazzi di coach Lepore hanno in Thomas il dominatore (11 carambole per lui), i reggiani mandano a referto tutti i giocatori scesi sul parquet; naso avanti per i cremonesi anche negli assist (18) con Carlino maestoso a quota 7 ed Holloway 4, mentre i padroni di casa si fermano a quota 13 con Aradori (4) migliore dei suoi.

IMGL9669.jpg

Spaventosa la differenza di valutazione, vero specchio di quanto si è visto in campo a livello di manovra di squadra e fluidità di gioco: 101-62 che non ammette repliche e mette a nudo le lacune dei biancorossi al cospetto di una Vanoli regale.

A livello di singoli, seconda prestazione monstre consecutiva per TaShawn Thomas, MVP con 15 punti in 35 minuti, 6/7 da due con una schiacciata, 1/3 da tre, 11 rimbalzi, 1 stoppata e due assist che si traducono in 26 di valutazione cui si aggiunge il +15 di +/-.

IMGL6393.jpg

Se si potessero assegnare due MVP, l'altro spetterebbe sicuramente a Paul Biligha, che aggiunge l'ennesima perla alla sua stagione sopra le righe: 21 punti in 34 minuti, 8/11 da due con ben 5 schiacciate, 1/1 ai liberi, 2/2 da tre, piacevole novità a cui comincia ad abituare il pubblico cremonese, 3 rimbalzi, 3 stoppate, una valutazione finale di 22 ed il miglior +/- di squadra e di tutto il match (16): vale a dire che con lui e Thomas in campo la Vanoli vola.