Dopo il 'pilastro' Andrea Conti, sotto con il coach

Pin It

Stabilita la conferma del GM Andrea Conti, per la pianificazione del nuovo organico della Vanoli, la prima pietra angolare da posare sarà quella dell'allenatore. 

Luca Dalmonte, già assistente di Simone Pianigiani in Nazionale, oggi alla guida della Tezenis Verona di A2, è uno dei nomi più prestigiosi della categoria. 

Senza più vincoli è, invece, Franco Ciani, persona di grande levatura umana ed intellettuale, giunto al capolinea della sua esperienza quinquennale alla Fortitudo Agrigento. Specialista delle promozioni dalla B1 alla A2, conseguite con Sassari, Casale Monferrato ed Agrigento, con quest'ultima ha sfiorato il doppio salto in Serie A nelle stagione successiva, pur con un organico di valore monetario modesto, cedendo solamente alla bella di finale contro la ben più agiata Auxilium Torino. 

Ora, con le dimissioni del patron agrigentino Salvatore Moncada, annunciate stamane, si chiude il ciclo siculo anche di Franco Ciani, comunque desideroso di riavvicinarsi al natio Friuli.

Su di lui, anche gli occhi dell'Assigeco; senza spocchia alcuna, riteniamo che le ambizioni della Vanoli risulterebbero oggettivamente più allettanti per coach Ciani, che, in caso di ripescaggio della società biancoblù, significherebbero per lui la possibilità di tornare ad allenare in Serie A dopo le esperienze di Cantù e Livorno.