Ad ognuno il suo, dalla prossima stagione i numeri di maglia saranno "liberi"

Già succede nel mondo professionistico ed in moltissimi altri sport di squadra ma fino ad ora il mondo dilettantistico non ha avuto questa possibilità, dalla prossima stagione invece, seppur con qualche restrizione, sarà possibile scegliere il proprio numero di maglia. La proposta espressa dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti è stata accolta dal Consiglio federale della FIGC ed ora è realtà.

Si apre quindi il toto numero e le faide per l'assegnazione, chi sgomiterà per il numero di Suárez e chi quello di Vardy, chi un 13 portafortuna; i portieri però dovranno scordarsi l'1 del Buffon nazionale o il 99 di Donnarumma.

Riportiamo di seguito le disposizioni della LND

Termine presentazione della numerazione personalizzata:
Ogni società è tenuta ad assegnare un numero di maglia ai propri calciatori in organico, depositando l'elenco delle numerazioni al Dipartimento Interregionale a mezzo PEC ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) entro il 17/8/2017 alle ore 12 per quanto riguarda le gare del turno preliminare di Coppa Italia 2017/2018; entro il 24/8/2017 ore 12 per le gare del primo turno ed entro il 31/8/2017, sempre alle 12, per la prima gara di campionato. Gli elenchi verranno pubblicati dalla Segreteria sul Comunicato Ufficiale del Dipartimento Interregionale insieme ai vari aggiornamenti.

Disposizioni:
- Il calciatore dovrà mantenere il numero assegnatogli e presente nell'elenco sino al termine della stagione sportiva o, comunque, sino a quando dovesse trasferirsi ad altra società.
- L'attribuzione dei numeri ai calciatori dovrà seguire i seguenti criteri: la numerazione per i portieri sarà obbligatoriamente: 1,12,22; gli eventuali altri portieri, oltre ai tre con la numerazione obbligatoria, dovranno seguire la numerazione successiva all'ultimo numero di maglia assegnato ad un giocatore di movimento.
- La numerazione per i calciatori di movimento non è necessariamente progressiva e potrà arrivare fino al numero 99. Ogni nuova attribuzione di numero ad altro calciatore precedentemente non utilizzato, sia esso nuovo tesserato o infortunato, ivi compresi quelli in organico alle squadre giovanili (Juniores e Allievi) deve essere comunicata al Dipartimento, sempre a mezzo PEC entro le ore 12,00 del giovedì precedente la gara, quindi nell'ipotesi di gare infrasettimanali entro le ore 12,00 del lunedì precedente la gara.

Presentazione delle distinte di gioco:
Per la presentazione della distinta di gioco, la società dovrà utilizzare il modello presente nell'area modulistica, elencando i calciatori secondo il numero di maglia crescente, eccezion fatta per il portiere che dovrà invece essere inserito al primo rigo della distinta. Per i giocatori in riserva dovrà utilizzarsi lo stesso criterio indicando il portiere nel primo rigo dello spazio previsto, sempre secondo il numero di maglia crescente fino ad un numero massimo di 9. Dovranno inoltre essere indicati nelle apposite e corrispondenti caselle: il Capitano con la lettera (K), il vice Capitano con le lettere (VK), i quattro under obbligatori in campo e quelli in panchina con la lettera (J).

Disposizioni per il Campionato Juniores:
Le disposizioni di cui sopra dovranno essere osservate anche per la squadra partecipante al Campionato Nazionale Juniores seguendo i medesimi adempimenti. Per quest'ultimo Campionato le società dovranno presentare l'elenco a mezzo PEC con l'assegnazione del numero di maglia entro il 13 settembre 2017 ore 12,00 per le gare della prima giornata ed entro le ore 12,00 del mercoledì precedente tutte le rimanenti gare, ovvero nell'ipotesi di turni infrasettimanali entro le ore 12,00 del lunedì precedente la gara.

Trattandosi di opportunità facoltativa, si potrà utilizzare sia per la prima squadra che per la Juniores in modo indipendente. Stando a tale principio di indipendenza quindi, nel caso in cui venga adottata da entrambe le squadre (prima e Juniores) il calciatore di prima squadra anche in quota Juniores, manterrà la personalizzazione assegnata in Serie D (Coppa Italia) anche nelle gare che disputerà con la propria formazione Juniores. Nel caso invece il giocatore della prima squadra, in società che per questa ha scelto la personalizzazione e che sia anche in quota Juniores ma in una formazione per la quale la stessa società non abbia scelto la personalizzazione, dovrà utilizzare numerazione classica da 1 a 20 per le gare del campionato appunto Juniores.