Il Crema 1908 "Non vedenti" pronto al debutto!

Pin It

AC CREMA NON VEDENTI, DOMENICA 4 FEBBRAIO ORE 16.00 PRIMA DI CAMPIONATO CONTRO IL FIRENZE

CREMA – Ci siamo! Si terrà domenica 4 febbraio alle 16.00 al Centro Giovanile San Luigi la prima partita di campionato per la squadra a 5 non vedenti dell’A.C. Crema 1908 che affronterà  il Firenze Quarto Tempo.

Un evento molto atteso dalla squadra che l’anno scorso non è riuscita ad iscriversi al campionato. Alcuni degli atleti della squadra non vedenti hanno giocato la stagione 2016/17 in prestito alle Marche, concedendosi comunque forti emozioni. Certo è che, giocare sotto la bandiera della propria società di appartenenza ha tutto un altro sapore.

Forti degli stage e dei tornei a cui hanno partecipato, irrobustiti dalla recente convocazione di Iyobo, Cavallotto e Locatelli al raduno della Nazionale Italiana non vedenti tenutosi a Roma qualche settimana fa e programmato in vista dei mondiali under 23 che si terranno ad aprile in Argentina, i non vedenti si apprestano ad affrontare gli amici, domenica avversari, del Firenze Quarto tempo, che tante volte hanno incontrato in amichevoli e open day in giro per l’Italia.

Maurizio Bonioli (allenatore): «È un momento che aspettiamo da un anno e mezzo. Siamo assolutamente euforici. La preparazione prosegue bene e i ragazzi sono pronti ad affrontare una squadra forte come il Firenze. Gli avversari possono contare su un paio di ragazzi davvero validi dal punto di vista tecnico. Anche noi possiamo contare sui nostri atleti che hanno acquisito nel tempo una forma davvero invidiabile e far perno sull’impegno, l’umiltà e la collaborazione, valori che da sempre ci contraddistinguono. Mi sento di ringraziare tutto lo staff per il grande lavoro svolto durante l’anno, una mano su cui posso contare sempre anche durante gli allenamenti. Purtroppo in questa prima partita dovremo giocare senza il nostro capitano, Luigi Bottarelli, il Cino che ci seguirà dall’Uruguay dove si trova in questo momento per motivi personali. Scendiamo in campo con la voglia di divertirci e con la tenacia che ci contraddistingue. Già perché, come dico sempre ai ragazzi, nello sport non ci si diverte se non ci si impegna al massimo delle proprie capacità. Indipendentemente dal risultato, sono sicuro che sarà una grande giornata per tutti noi»