Pomì risorge e va a prendersi la semifinale! Busto inchiodata 3-0

Casalmaggiore muore e rinasce nell'arco di un solo giorno, dopo la brutta sconfitta di ieri che aveva fatto temere per il prosieguo della stagione, torna in campo con tutt'altro approccio e regala uno spettacolo coi baffi ai -purtroppo- pochi presenti al Pala Radi (2159). Contro una Yama che equilibra le forze in campo con l'assenza della palleggiatrice titolare Noemi Signorile, ferma per un dolore al collo, e Valentina Diouf, uscita dal secondo set per un attacco d'asma (fortunatamente non grave).

Pomì ribalta senza mezze misure il risultato di gara 2 grazie al terzetto letale Guerra - Gibbemeyer (premiata MVP) - Turlea che questa sera si sono guadagnate lo stesso merito che solo ieri era di Vasilantonaki, Stufi e Diouf. Una vittoria comunque di tutto il team che ha saputo rinsaldare il muro (11 block a 5 - ieri 6-14), consolidare la ricezione (55% con il 25 di perfetta) e alzare il livello offensivo al 38% (dato in cui spicca Turlea con 11 palle a terra).

F79A8521.JPG

Dominato il primo set (16-8 / 21-13) nonostante il rientro sul finale delle farfalle con l'ingresso di Martinez, Pomì trova qualche difficoltà nel secondo ad arginare gli attacchi di Vasilantonaki, Fiorin e Berti ma sul finale la prepotenza di Turlea e Bosetti scongiurano il pareggio a quota 27. Busto cerca la chiave di volta nel terzo set prendendo inizialmente un leggero vantaggio per poi tener duro fino al 14 pari ma a far scintille sul finale sono Guerra, Stevanovic e Gibbemeyer che firmano l'allungo del 23-18 infine Fiorin regala il 25-18 che vale il pass per le semifinali. 

Pomì Casalmaggiore 3
Unet Yamamay Busto 0
Parziali: 25/22 27/25 25/19

POMÌ: Bacchi, Peric 2, Sirressi (Lib), Turlea 13, Gibbemeyer 13, Bosetti 6, Guerra 13, Fabris 1, Stevanovic 5, Tirozzi 6. Ne: Zuleta, Lloyd, Gilbertini.
All. Caprara - Bolzoni

UYBA: Stufi 5, Cialfi 1, Spirito (Lib), Fiorin 6, Martinez 7, Vasilantonaki 15, Diouf 4, Moneta 2, Berti 8, Negretti. Ne Signorile, Witkowska, Pisani
All. Mencarelli - Musso

playoff_pomi-quarti.png

Finalmente si va a dormire serene e tranquille con un sorriso enorme, ci voleva - Commenta Anastasia Guerra- Siamo state brave a reagire sia nel primo che nel terzo set. Siamo in un periodo non semplice ma tanti applausi a noi, compreso staff, compreso tutti, per il lavoro che abbiamo fatto in questa settimana nell'approccio alla partita

 

Sono molto orgogliosa della mia squadra -Sottolinea Lauren Gibbemeyer- ieri è stato davvero molto difficile ma oggi abbiamo fatto molto meglio... davvero non ho parole!

 

L'assenza di Signorile ci ha fatto entrare in campo con un approccio sotto livello -prosegue Fiorin- a fine primo set abbiamo preso un buon ritmo e nel secondo potevamo forse pareggiare i conti. Con l'uscita di Diouf e i problemi di Martinez non siamo riuscite a fare di più. Abbiamo pagato anche la maratona che da gennaio ci ha visto tantissime volte in campo

 


 

Caprara con Lloyd condannata in panchina a fare da "ottava donna" e mental coach e Fabris disponibile solo per un paio di scambi schera Peric e Turlea in due e cinque, Gibbemeyer e Stevanovic al centro, Bosetti, Sirressi e Tirozzi. Sestetto insolito invece per Busto che oltre alle assenze di Pisani e Martinez, quest'ultima entrata solo a sprazzi, deve fare subito a meno di Noemi Signorile in regia, Mencarelli parte quindi con Cialfi al palleggio, Diouf, Berti e Stufi al centro, Vasilantonaki e Fiorin sulla diagonale, Spirito libero.

F79A8342.JPG

Il primo set è delle rosa di Gianni Caprara che hanno anche avuto anche otto punti di vantaggio, 16 -8, con attacchi dal centro di Gibbemeyer e le schiacciate di capitan Tirozzi che hanno creato il primo break per la Pomì. Busto, partita nel sestetto senza Signorile causa infortunio, con Cialfi a sostituirla, progressivamente, con Vasilantonaki e Diouf, recupera punti e arriva fino al 25-22. Per le cremonesi 1-0.

F79A8415.JPG

Secondo set equilibrato, con Martinez al posto di Diouf e con la ricezione rosa meglio di altre volte. Guerra, subentrata a Tirozzi, tenta di dare efficienza alla fase offensiva; con gli attacchi al centro di Gibbemeyer e Stevanovic si tenta di creare il primo solco, ma Fiorin e Vasilantonaki tengono a galla le bustocche. Caprara è costretto a chiamare il time-out sul 20-21 ospite. Un attacco di Guerra e un muro di Stevanovic portano sul 22-21 la Pomì. Un pallonetto di Turlea e un attacco di Bosetti consentono alla Pomì di portarsi sul 2-0 col punteggio di 27-25.

F79A8424.JPG

La terza frazione parte nel segno di Lucia Bosetti che, in pipe, porta le rosa sul 3-1. Turlea ferma a muro Martinez 5-2; Cialfi blocca il pallonetto di Guerra riportando il punteggio in parità 5-5. L’ingresso di Moneta per Martinez rende difficile per le rosa mettere in difficoltà la ricezione ospite, Vasilantonaki e Berti portano Busto sul 9-12. Guerra e Gibbemeyer non ci stanno e un attacco out di Vasilantonaki porta la Pomì in vantaggio 14-13 inducendo al time-out coach Mencarelli.  Un'attacco al centro di Gibbemeyer e un muro di Turlea fanno spendere altri 30 secondi al tecnico bustocco sul 16-14. La migliore in campo per le rosa, Anastasia Guerra, non smette di picchiare: 20-17. Fast di Stevanovic, 22-18, e un attacco out di Fiorin regalano il 25-19 e la qualificazione alla Pomi.