Cremo ma che meraviglia poter dire "niente rivoluzione"

Tesser e Arvedi: la linea di mercato annunciata dai grigiorossi è più che convincente

I giornali di solito si nutrono di calciomercato. I tifosi impazziscono per le notizie dei giocatori che vanno e vengono e per i giornali aumentano visibilità e letture. Noi però non siamo però mai stati così contenti di poter dire che la Cremonese sta per vivere un mercato molto molto povero. La società ha infatti fatto sapere attraverso molti mezzi di comunicazione che non toccherà quasi nulla. Si cerca un difensore centrale, figura che serve e lo diciamo dall'inizio, nulla di più. Ed è giusto così: questa squadra funziona così, l'unica falla è quella, non bisogna toccare nulla salvo appunto pigliare un difensore centrale.

Non sappiamo chi arriverà e non abbiamo fretta (non è importante che arrivi immediatamente, è più importante che sia forte) e rimane il problema di capire chi sarà l'over sacrificato (bel dilemma...). La cosa che ci preme di più e però vedere la dirigenza grigiorossa che dopo anni di rivoluzioni incontrollate e costanti ha imparato la lezione: una squadra va costruita nel tempo tassello per tassello senza stravolgerla continuamente. Questa fin qui ha funzionato benissimo perciò va toccata il meno possibile. Giusto così.

Galloppa con Formiconi nel ritiro estivo: il grigiorosso resta solo sfiorato per Galloppa

Ultima notazione su Galloppa: si è parlato per mesi del suo inserimento a gennaio che a un certo punto sembrava scontato. A questo punto però appare una eventualità lontana. Lo vedremo difficilmente in grigiorosso: serve un difensore e basta, la società è stata chiara, il profilo che si cerca sul piano tecnico-tattico è molto diverso.