Sabato la prima di tre finali: ci vuole la bolgia allo Zini!

Lo dice anche "Zio Sam" Tesser: sabato tutti allo Zini!
Pin It

La Cremonese si appresta a vivere le tre settimane più importanti degli ultimi dieci anni. L'obiettivo che stiamo inseguendo infatti non è un obiettivo stagionale. E' un obiettivo decennale. Sono esattamente dieci anni che la Cremonese lo insegue senza successo, a volte sembra lontanissimo a volte vicinissimo tanto da poterlo sfiorare ma come Godot non arriva mai. Stavolta l'occasione è ghiotta e irripetibile: sbagliare ancora porterebbe all'esaurimento nervoso ogni tifoso grigiorosso. La pressione è tanta e purtroppo tutto è ancora in gioco, non è né facile né scontato arrivare davanti all'Alessandria che è sempre lì a un punto.

I grigiorossi hanno tre finali davanti a loro molto, molto difficili. La Lucchese viene a Cremona per giocarsi i playoff, ha la mente sgombra e le basta il pareggio. Si chiuderà dietro pronta a ripartire, un atteggiamento che la Cremonese soffre. I grigiorossi sono stanchi, lo si è visto anche a Prato nel secondo tempo, ma non devono mollare. Dove non arriva la gamba deve arrivare la grinta, la voglia, la forza dei nervi e l'esperienza. Pesce è il simbolo dell'atteggiamento che vogliamo: non si molla un centimetro, per nessun motivo.

Proprio perché l'impresa è difficile e non è scontata occorre però l'apporto di tutti. Lo Zini deve ribollire, deve prendere per mano la squadra e accompagnarla verso l'obiettivo. Deve essere un catino come nei giorni migliori, incutere timore all'avversario. Sta iniziando la Primavera ma per chi ama questi colori non ci sono gite fuori porta che tengano, sabato si viene allo Zini e si tifa. Sono dieci anni che aspettiamo: parafrasando "febbre a novanta" possiamo citare la battuta del protagonista "cosa desideravi 10 anni fa?". Ecco noi lo sappiamo cosa desideravamo e lo desideriamo ancora ed è troppo tempo che aspettiamo...perciò carica!!!