La Cremo ricomincia a correre: 3-1 alla Giana

Pin It

Un'amichevole per rimettere la testa sul campo e tornare a correre in vista del Parma. La Cremo trafigge tre volte la Giana, risposte positive e rassicuranti per Tesser ma pure qualche aspetto da migliorare: del tutto normale, in fondo, in questo contesto.

Cosa va

Brighenti è già in forma campionato, certi ripiegamenti senza palla sembrano suggerire che si sia allenato anche a Natale e Capodanno. Propizia le reti di pareggio e sorpasso. La prima impegnando Sanchez con una gran girata, e consentendo a Gomez di irrompere taurino in area di rigore a scaraventarla dentro per chiudere il tap-in. La seconda servendo a Piccolo un pallone assai interessante, va detto poi che Totò ci mette del suo, oscillando, fintando e confezionando un mancino su misura per il palo lontano. Solita partita di sostanza, insomma, da parte dei veterani di Tesser in generale. 

1-Cremonese-GianaE-3-1-amich-13-01-18-rete-Juanito-Gomez- 091.JPG

Veniamo ai nuovi: Gomez c'è. Juanito apre subito con una rete da rapace d'area e lascia trapelare la possibilità di costruire un'ottima intesa con Brighenti. I due si cercano spesso e volentieri. Cala leggeremente col tempo, ma la forma migliore non sembra lontana dal recupero. Cinaglia parte un pò contratto, forse troppo timido. Cresce nel corso del primo tempo, arriva a proporsi a destra con regolarità ma servirà più convinzione per insidiare Almici nelle gerarchie del ruolo. Ad ogni modo, era la prima uscita: promosso

Cremonese-GianaE-3-1-amich-13-01-18- 153.JPG

Sorpresa Macek: ottimi margini di crescita, un paio di inserimenti in area coi tempi giusti hanno lasciato intravedere un'arma che il mister apprezza molto nelle sue mezz'ali. La botta subita lo toglie dal centro dell'arena fino a costringerlo ad uscire.

Cremonese-GianaE-3-1-amich-13-01-18- 145.JPG

Nella ripresa è super turnover: dentro Paulinho, Castrovilli, Scappini, resta in campo Gomez: un arsenale offensivo che porta subito alla rete di Scappini, olltre ad altre giocate di alta classe in tutta velocità.

Cosa si migliorerà

La Giana è rimasta squadra apprezzabile per mentalità e idee chiare. Gioca senza paura, costruisce dal basso e con continuità. La Cremo ha forse il demerito di concedere troppe opportunità agli avversari: poche le occasioni concrete, ma molti tentativi che hanno richiesto l'esperienza individuale dei vari centrali perchè non diventassero palle-gol. Iovine colpisce a freddo Ravaglia -gran sinistro- e prova a ripetersi nella ripresa, centrando un palo sottoporta. Si tratta comunque di indicazioni approssimative, la squadra c'è e sabato prossimo sarà pronta a dare battaglia.

Cremonese-GianaE-3-1-amich-13-01-18-Marconi- 282.JPG

Spettatori speciali

Presente pure Giovanni Arvedi. Il Cavaliere ha assistito a parte dell'amichevole. Altro ospite speciale, Benjamin Mokulu: Benji non se l'è sentita di lasciare soli i suoi compagni.