fbpx

Vanoli vs Brescia ovvero “è tanto che aspettavo un’occasione così”

Vanoli
Pin It

Chissà cosa ne penserebbe Edward Stanley del derby di domenica che non sarà una corsa ippica ma c'ha comunque i suoi bei perché. Eh già; di per sé un derby è sempre un derby, e quello con Brescia lo è in modo particolare per un sacco di ragioni talmente ovvie che sarebbe ridondante elencarle tutte.

Ma stavolta, oltre ai soliti picanelli, ci sarebbe da mettere sù un altro bel caricone da novanta. Dunque; Brescia è tornata con le pive nel sacco dalla gita non propriamente di piacere in Brianza, e detto che conveniva il contrario perché si sarebbe ulteriormente allontanato un cliente pericoloso forte del suo 2 a 0 nei confronti della Vanoli, per i “maiasórghe”  (letteralmente “mangia ratti”; niente  panico fratelli, è il soprannome affibbiato ai bresciani che durante l'assedio di Federico II nel 1238 riuscirono a cavarsela, per l'appunto, mangiando ratti come se non ci fosse un domani), quella di domenica, classifica alla mano e occhiata veloce alle tenzoni della prossima giornata, è molto probabilmente l’ultima spiaggia disponibile per tentare di acciuffare in extremis i playoff.

ZOVA2939.jpg

Questa lungimirante considerazione degna del miglior Monsieur de Lapalisse, ne innesca un'altra altrettanto perspicace; ci sarebbe per la Vanoli l’occasione, inutile negarlo, dannatamente ghiotta sempre per un sacco di ragioni anche in questo caso palesemente ridondanti, non solo di far uscire quasi definitivamente Brescia dalla volata playoff, ma al contempo mettere un mattoncino ancora più solido sulla nostrana costruzione di un "posto al sole" nella ormai praticamente certa post season.

Mettete ste due faccende in un frullatore e ne viene fuori un fricandò piuttosto esplosivo. In altre parole ci si appresta ad assistere ad una autentica battaglia perché le belve ferite sono sempre le più pericolose e Brescia, ferita anche troppo, getterà, direi sacrosantamente, anche l'ultima sua stilla di sangue sul parquet, sospinta da un pubblico che definire caldo sarebbe quanto meno offensivo perché, come ognun sa, è bollente anche peggio dell'olio che i “maiasórghe”, stufi di magnare ratti, gettavano sulle truppe imperiali in quel tormentatissimo assedio.

ZOVA3009.jpg

Arriva quindi una di quelle partite dello sport più bello del mondo a cui il Ciranone vostro, come credo pure la stragrande maggioranza dei suoi 12 lettori, non rinuncerebbe ad assistere neanche se colto da un'improvvisa febbre quartana.

Piuttosto, se è vero, come è vero, che la Vanoli quest'anno in qualche occasione ha già appalesato un certo disagio nell'affrontare climi da battaglia, è altrettanto vero, come è vero, che in altre occasioni, quando è riuscita ad indirizzare la gara sui propri binari, ha dimostrato di poter reggere qualsiasi urto perché ha dalla sua parte gente che respirando l’odore acre della guerriglia sportiva si esalta. Primo  fra tutti Travis Diener che nell’adrenalina che sale nell'affrontare gare simili a quella di domenica ci sguazza come un ragazzino nella piscina di casa.

ZOVA2884.jpg

A laonde per cui, caro popolo vanoliano, il Ciranone vostro si sarebbe proprio convinto che i primi minuti al PalaLeonessa saranno molto probabilmente determinanti per il proseguo della gara. A meno che i regàs, che in questa stagione ci hanno fatto vedere un sacco di robe da sballo, non ci regalino anche la sola che manca, e cioè una remuntada di quelle belle toste che lasciano di stucco chi le subisce ed esaltano chi le costruisce.  

Ma se proprio proprio devo dirla tutta, e non me ne vogliano i tifosi bresciani che hanno avuto la bontà di leggere sta lagna, portare a casa la pagnotta dal PalaLeonessa avrebbe quel sapore del tutto particolare che ogni tifoso cremonese ben conosce perché già assaporato l'anno scorso. Siccome sarei un semplice artigiano della scrittura mi risulta difficile spiegare sta faccenda,  ma mi sa che non solo i miei 12 lettori mi hanno capito al volo ma pure i "trecento delle Termopili" che proprio l'anno scorso, con il PalaLeonessa in trasferta a Montichiari, hanno respinto con perdite l'assalto di 4.000 bresciani via via sempre più silenziosi.

gazzotti.jpeg

Mi dicono che anche quest'anno l'avanguardia di populo baskettorum cremonensis presente al PalaLeonessa andrà ben oltre i biglietti messi a disposizione dalla società e come minimo ripeterà la calata dell'anno scorso. Ora, Gianbattista Vico, noto vanoliano ante litteram, è famoso per la sua originale teoria dei corsi e ricorsi storici che postulava la storia formata da tre cicli ripetitivi: l’età primitiva e divina, l’età poetica ed eroica e l’età civile e veramente umana.

Dio vi punirà per quello che state pensando adesso perchè il Ciranone vostro non è al momento in preda a particolari fumi alcolici; gli pare invece di poter dire che, considerata l'importante circostanza, se l'invasione dell'anno scorso entrava a piedi giunti nel secondo ciclo (età poetica ed eroica) quella di quest'anno invece passa armi, bagagli e frattaglie varie nel terzo (età civile e veramente umana).  E siccome trattasi del ciclo più importante della triade del filosofo napoletano, allora conviene festeggiarlo con uno slogan che calza a pennello sulla sfida di domani e sulle sue possibili conseguenze: “è tanto che aspettavo un’occasione così!

Il che è bello e istruttivo (cit.)

 

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

CREMONA - Via Rialto, 20/G
Tel. 0372437494
Richiedi un Preventivo
Verniciature
Sabbiature
Tinteggiature
Protezioni Anticorrosive
Decorazioni Facciate
  • Verniciature
  • Sabbiature
  • Tinteggiature
I.V.I.C. di Cisotto A. e Armorina D. Snc.
Via Riglio, 19 - Cremona | +39 0372 31086 | alberto.ivicsnc@gmail.com

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227
Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

PIACENZA
Tel +39 0523 755080

Corsi di recupero

di uno o più anni

Corsi Paritari

60 anni di successi

Una Scuola una Famiglia

Via Ala Ponzone 1, Cremona
Agenzia Via XX Settembre 65
CREMONA
di Ronca Angelo
 
 

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.