fbpx

Vanoli vs Brindisi; fuochi d’artificio a palazzo?

Vanoli
Pin It

Già; inizia il “conquibus”, e inizia con un cliente da prendere con le pinze come si lagnerà tra un po’. Già castigato all’andata con un “avanzo primario” di 6 punti, sarebbe il caso di stare nei primi danni e non pagare troppi interessi sul debito rimanendo sopra la suddetta linea Maginot. Naturalmente sarebbe pure meglio portarla a casa la tenzone perché, con la combinazione di un due/tre altri risultati che non vi dirò nemmeno se mi infilate cosparso di miele in una tana di orsi, non solo i play off arrivano, ma arrivano pure già da domani sera col fattore campo a favore. Ci sarebbe solo il dubbio della posizione finale…

Ma qui mi taccio; dovrei avventurarmi un una disamina delle tenzoni che mancano da qui alla fine per giustificare la suddetta impegnativa affermazione, ma non lo faccio perché sennò, con la nota idiosincrasia che il Ciranone vostro nutre per la statistica, lato completamente oscuro della già di per sé “misteriosa” matematica, non solo pesterebbe escrementi vari ma ingarbuglierebbe talmente la matassa da far venire un mal di testa cosmico ai suoi 12 lettori.

03-.JPG

A laonde per cui non resta che fiondarsi direttamente sulla tenzone di domani sera, e inizierei col dire che il Ciranone vostro, perdincibacco, nutre una discreta simpatia per la squadra pugliese. E perché? Perché Brindisi mi ricorda immancabilmente “Big Elio” Pentassuglia, indimenticato ed indimenticabile coach galantuomo che ci ha lasciato troppo presto per uno stramaledetto indicente stradale; significa l’ultima panca del Meo Nazionale prima di approdare sotto il Torrazzo; significa Daniel Donzelli, cremonese D.O.C.G., considerato tra i giovani più talentuosi in giro per la penisola che Brindisi, parecchio acutamente e nonostante gli infortuni, non molla avendolo mandato a “svernare” in prestito a Forlì in A2. Ma significa pure la scoperta di un amaro, l’Amaro del Capo, fino ad allora completamente sconosciuto al Ciranone vostro, avvenuta dopo una trasferta in Puglia e che rese clamorosamente e sardapanalescamente meno amara la delusione per una prova di certo non brillantissima dei regàs.

Va bene i primi tre motivi, ma che c’entra, direte voi, un amaro, per di più calabrese, con Brindisi che è piantata da almeno 27 secoli in terra pugliese? Che volete che vi dica; quando termino le solitamente pantagrueliche scorpacciate che avrei la fortuna di condividere con gente come e forse più squinternata del sottoscritto ordinando il fatidico Amaro del Capo, a me viene in mente Brindisi e, per motivi che non mi ci metto neanche a narrarvi sennò si fa Natale, quella strepitosa trasferta; ognuno c’ha le sue fisime.

04-.jpg

Proseguirei poi con una faccenda decisamente più attuale, e cioè la “squadretta” che hanno messo sù in Puglia quest’anno, senza tema di smentite l'altra sorpresa del campionato. Data nella migliore delle ipotesi dai soliti espertoni ad inizio anno, come la Vanoli del resto, da metà classifica in giù, la realtà è stata ben diversa perchè ora si trova, come si diceva, a soli due punti e molto probabilmente verrà in riva al Po non con uno ma con una frequentina di coltelli affilati da un esercito di arrotini e strapronti a fare il loro dovere. Perchè se è vero, come si ridiceva, che in caso di vittoria della  Vanoli il posto al sole dei play off è assicurato, più o meno la stessa faccenda vale per Brindisi.

Domenica sera al ritorno dallo sballo del PalaLeonessa mi sono voluto vedere l'ultimo quarto della gara dei pugliesi al PalaDozza perchè, in caso di sconfitta pugliese, non avrei esitato, dimenticando per un momento (uno solo neh!) la fede fortitudina che sonnecchia da qualche parte nel ventricolo sinistro, a farmi un bicchierino dello strepitoso limoncello di mia suocera. Ed invece mi è toccato vedere una squadra sola al comando; Adrian Banks pareva essersi preso un giorno di ferie, ma in compenso c'erano altri che sembravano avere tutto l'Olimpo degli dei del basket nei mutandoni. Uno in particolare, tale "Giovanni Marrone Terzo" al secolo John Brown III; una autentica iradiddio in piena tranche agonistica che troneggiava su una squadra che viaggiava a mille all'ora ed in un autentico stato di grazia cestistica. Spettacolo completo!

05-.jpg

Terminerei infine venendo a noi. Brindisi sarà pure in questo momento, come lo è, un cliente particolarmente scomodo ma pure la Vanoli attuale non è da meno, e non solo per i pugliesi. Mi sarei preso la briga di andare a vedere che classifica avulsa salta fuori dalle 7 gare disputate dopo le Final Eight. Ebbene, davanti ci sono la solita Trento del girone di ritorno e la clamorosa Trieste che ben conosciamo con 6 vinte e 1 persa, ma subito dopo, con 5 vinte e due perse, e le due (Varese e Trieste) anche per cause, diciamo così, “ambientali”, arriva la Vanoli in compagnia di Sassari e Venezia; Brindisi arriva subito dopo con 4 vinte e 3 perse assieme a Milano, Cantù e Brescia. Dietro tutte le altre.

Sta faccenda  spiana come una ruspa l'idea del supposto e temuto appagamento dei regàs dopo la conquista della Coppa Italia, e ridimensiona pure l'idea di un certo affaticamento. Certo, non sarà più brillantissima (ma la faccenda, dopo 26 giornate, vale un po' per tutti), ma questa mini classifica è la dimostrazione limpida come l'acqua di una fonte di montagna che la Vanoli c'è, ed è maledettissimamente sul pezzo. E se è giusto non sottovalutare nessuno, è altrettanto sacrosanto affermare che anche gli altri non devono dormire sonni tranquilli. La pensa così anche Simone Bianchi che in conferenza stampa ieri non è stato lì tanto a menare il can per l'aia ed è andato giù piatto: "stiamo bene e a questo punto della stagione conta tanto anche l’energia mentale. Per noi questa energia è stata importante in tante occasioni quest’anno anche quando fisicamente abbiamo subito".

Siccome c'avrei la mezza idea che pure quel signor allenatore che risponde al nome di Frank Vitucci la pensi, in modo uguale e contrario, più o meno allo stesso modo, allora mi sa che domani sera  ci aspetta una di quelle partite di basket che non si dimenticano tanto facilmente.  

01-.jpg

Del resto trattasi del big match di giornata, mica pizza e fichi, ed essendo una specie di gustosa anticipazione del clima della post season, allora state pur certi che a palazzo aleggerà pure il Signor Play Off il quale, piacendogli un sacco gli spettacoli pirotecnici, non si perderà di certo l'occasione di vedere i probabili fuochi d'artificio che ne verranno fuori.

Dico probabili solo perchè nella vita non c'è nulla di certo e magari domani ne viene fuori una palla gigantesca; ma la percentuale che accada è ragionevole supporre che tenda allo zero virgola. In giro a palazzo domani ci sarà un sacco di gente che dal del tu alla palla a spicchi, e quando gira sta gente qua la noia se la da a gambe.

Il che è bello e istruttivo (cit.)

 

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

CREMONA - Via Rialto, 20/G
Tel. 0372437494
Richiedi un Preventivo
Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

PIACENZA
Tel +39 0523 755080

Corsi di recupero

di uno o più anni

Corsi Paritari

60 anni di successi

Una Scuola una Famiglia

Verniciature
Sabbiature
Tinteggiature
Protezioni Anticorrosive
Decorazioni Facciate
  • Verniciature
  • Sabbiature
  • Tinteggiature
I.V.I.C. di Cisotto A. e Armorina D. Snc.
Via Riglio, 19 - Cremona | +39 0372 31086 | alberto.ivicsnc@gmail.com
Via Ala Ponzone 1, Cremona
Agenzia Via XX Settembre 65
CREMONA
di Ronca Angelo

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.