fbpx

Torino vs Vanoli; meno male che il basket giocato c'è

Vanoli
Pin It

Chiedo venia in anticipo al popolo vanoliano se la gran parte della presente lagna sarà un po' sull'incazzatello spinto. Al Ciranone vostro piace un sacco scrivere di basket e vorrebbe sempre farlo con l'animo sereno e la mente sgombra da altri picanelli. Però solo un santo, e il Ciranone vostro è un sacco di robe ma un santo proprio no, riuscirebbe a farcela presentando con  siffatta predisposizione d'animo la partita di domenica.

Si darebbe infatti il disgraziatissimo caso che per parlare della tenzone in terra sabauda non si possa prescindere dalla soluzione trovata per salvare la capra e anche i cavoli e levare la Auxilium dalla situazione in cui si è infilata a piedi giunti. E lo faccio con un giorno di anticipo rispetto al solito perché non ce la cavo proprio ad aspettare domani per mettere in fila tre cosette sul suddetto salvataggio.

1bis_2.jpg

Detto che dopo l'ideona" della Marsigliese della settimana scorsa ci si sarebbe aspettati un po' di tregua, partirei dal comunicato FIP di martedì scorso che annuncia, urbi et orbi e con una discreta dose di faccia tosta, la buona novella, tra l'altro, ma pensa te, ancora prima venisse ufficializzata: "La Federazione Italiana Pallacanestro, in attesa delle conferme ufficiali, prende atto che la società Auxilium Torino sembra aver reperito le risorse necessarie per portare a termine il campionato in corso. La Federazione non può che accogliere positivamente la notizia, ma al contempo conferma che, come in qualsiasi altra vicenda che riguarda la propria organizzazione sportiva, non si fermeranno le attività di verifica già in essere, volte a salvaguardare i principi e i valori di cui l’Ente è garante, sia per quanto riguarda i tesserati che gli affiliati".

Al "le attività di verifica già in essere, volti a salvaguardare i principi e i valori di cui l’Ente è garante" sono stato preso da un convulso di risa che nemmeno col leggendario Totò di "Noio volevum savuar el indirìs". No dico, la faccia come quella parte del corpo posta nella metà posteriore con al centro il noto orifizio che, più o meno quotidianamente, ci rende il proseguo della giornata meraviglioso.

3bis.jpg

Poi si è venuto a sapere che la quota maggioritaria delle "risorse necessarie per portare a termine il campionato in corso" arrivano da un tale che: 1) è ricercato in mezza Europa per non so più quanti reati; 2) nonostante ciò fa e disfa, e poi rifa e ridisfa, in un impeto irrefrenabile di onnipotenza; 3) ma soprattutto ha appena rischiato di mandare a gambe all'aria una società storica del basket nostrano scappando dalla nave che affondava e lasciando, pare, anche qualche debituccio pregresso con giocatori e soprattutto fornitori. Un vero "galantuomo".

Sulle prime ho pensato ad un pesce d'aprile in ritardo, ma poi il comunicato ufficiale della Auxilium ha confermato. Stiamo parlando del "mitico" Zio Gera, al secolo Dimitry Gerasimenko; un "latitante" che nella ricapitalizzazione della sociètà torinese ha fatto la parte del leone accaparrandosi una fetta tra il 60 e il 70% dell'intera somma reperita. Il bello è che il comunicato ufficiale della Auxilium è anche meglio di quello della Federazione perchè parla di "un gruppo di imprenditori e appassionati torinesi coordinati da Paolo Terzolo cui si è aggregato l’imprenditore Dimitry Gerasimenko", e Massimo Freira, regista dell’operazione, “rincara” la dose facendo pure lo spiritosone: “Un tiro da centrocampo sulla sirena. Il bonifico di Gerasimenko è arrivato alle 17.31, e alle 18.00 c’era l’assemblea dei soci”. E stavolta non è arrivato il convulso di risa ma una tremenda botta di tristezza.

img_0079bis.jpg

Il primo pensiero è andato ai tifosi di Torino; della serie: ma cos'hanno fatto di male per meritarsi sta roba? Il secondo ancora più amaro; sta storia è un vero e proprio colpo basso per tutte quelle società che, in mezzo a mille difficoltà, portano avanti un progetto serio, responsabile e rispettoso della passione dei propri tifosi e allo stesso tempo ligio alle regole del giocattolo e soprattutto del buon senso. Già, quel buon senso che manca drammaticamente dove dovrebbe avere diritto di cittadinanza; che "senso" ha infatti avvallare, perchè di fatto il comunicato FIP è una tacita approvazione e pure anticipata, una simile operazione con a capo un "personaggio" di tale levatura permettendogli di ritornare nel mondo del basket italiano dopo le fesserie che gli è riuscito di combinare a Cantù? Ma l'importante per la Federazione è "aver reperito le risorse necessarie per portare a termine il campionato in corso".

Pecunia non olet, diceva Vespasiano (e l'inventore di un cesso non poteva che pensarla così); solo che stavolta la pecunia "olet" anche troppo perchè sale un odore acre di latrina congestionata al solo pensiero che a uno che se n'era andato a gambe levate, con aziende sequestrate e debiti sparpagliati un po' ovunque, gli si possa concedere di ripartire tranquillamente come se nulla fosse  successo. Ed è un maldestro tentativo di giustificarsi sostenere, come ha fatto mercoledì scorso Petrucci, che "dobbiamo accertare il tutto, in questi casi ci vuole cautela". Non contento il noto personaggio, massima autorità del basket nazionale, il giorno dopo, e cioè ieri, dichiara: “Abbiamo toccato il fondo. Purtroppo il passato non ha insegnato nulla. Io non entro nel merito, saranno gli organi che abbiamo attivato a fornire le risposte”.

Ponzio Pilato al confronto era un dilettante; se avesse un minimo di decenza il noto personaggio, massima autorità del basket nazionale, e come tale un briciolino responsabile pure lui di aver “toccato il fondo”, dovrebbe pigliare armi e bagagli e andare a svernare in Perù. E naturalmente non lo farà.

1bis_5.jpg

Questa vicenda è la cartina di tornasole dello stato in cui versa in Italia il gioco più bello del mondo, o meglio dello stato in cui l'ha catapultato la governance che gli è toccata in sorte. Sti signori hanno però una gran fortuna; quella che la parte sana di questo sport è formata non solo dalle società di cui sopra ma pure da appassionati cronici che, nonostante tutto, sono ancora disposti a macinare chilometri su chilometri e affollare palazzi e arene per seguire la propria squadra.

Succederà anche stavolta con l'avanguardia di populo baskettorum cremonensis che raggiungerà Torino e con il populo baskettorum torinenses che affollerà le tribune del PalaVela. Per 40 minuti Gerasimenko, Freira, Petrucci, Federazione, Lega e s-compagnia briscola saranno dimenticati e conterà solo quello che succederà sul parquet; Torino col coltello tra i denti per afferrare una salvezza fino a poche settimane fa insperata, e la Vanoli pure per continuare a stupire ed arrivare "là dove osano i falchi". Ne salterà fuori la solita partita del gioco più bello del mondo; adrenalinica, elettrizzante, coinvolgente, trascinante, sorprendente, divertente e appagante.  

Confessiamocelo: alla faccia di tutti gli scaldacadreghe a tradimento che gli rovinano l'esistenza, meno male che il basket giocato c'è...

Il che è bello e istruttivo (cit.)      

 

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

CREMONA - Via Rialto, 20/G
Tel. 0372437494
Richiedi un Preventivo
Verniciature
Sabbiature
Tinteggiature
Protezioni Anticorrosive
Decorazioni Facciate
  • Verniciature
  • Sabbiature
  • Tinteggiature
I.V.I.C. di Cisotto A. e Armorina D. Snc.
Via Riglio, 19 - Cremona | +39 0372 31086 | alberto.ivicsnc@gmail.com

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

PIACENZA
Tel +39 0523 755080

Corsi di recupero

di uno o più anni

Corsi Paritari

60 anni di successi

Una Scuola una Famiglia

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor
Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227
Via Ala Ponzone 1, Cremona
Agenzia Via XX Settembre 65
CREMONA
di Ronca Angelo
 
 

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.