fbpx

Di un gran bel basket e di un ragazzone bolognese…

Vanoli
Pin It

Mi sono andato a rileggere cosa avevo lagnato dopo gara 1; non lo faccio spesso e quando capita è solo per correggere quegli strafalcioni che ogni "poco" mi scappano e che, temporibus illis, avrebbero scaraventato sulla zucca del Ciranone vostro un temporale di legnate scatenato dalla sua "dolce" maestra elementare, una suora di nome, ma non di fatto, Placidia.

Ebbene, sarà il rampante rincoglionimento senile ma proprio non mi ricordavo di aver scritto queste due robe:

- "Occorre quindi che la Vanoli ripeta i 300 secondi (solo?), ovvero i cinque minuti (ancora?), che hanno chiuso il discorso ieri sera; magari allungandoli un po'".

- "non vedo proprio perchè Giulio "Mio Ragazzone Bolognese" Gazzotti e Giacomo "Jack" Sanguinetti non possano essere impiegati per far rifiatare, e con un certo costrutto, qualcuno degli altri 8".

03-.jpg

Partiamo dalla prima "roba".

Tutta la lagna era incentrata sul "arrendetevi, siete circondati; vi do 5 minuti" che era apparso come un fulmine nel solito neurone di nord-ovest riandando con la memoria ai 300 secondi finali nei quali la Vanoli aveva perentoriamente archiviato la pratica di gara 1. Sarà stata una botta di "quell'organo-del-corpo-posto-circa-a-metà-del-lato-posteriore", ma il Ciranone vostro, con un puntone di giustificato orgoglio, può ben lagnare che stavolta i regàs lo hanno proprio ascoltato. E lo hanno talmente ascoltato che i 300 secondi sono diventati 1.200, e cioè i 20 minuti del secondo tempo, ed in particolare 600, e cioè i 10 minuti dell'ultimo quarto.

Un ultimo quarto nel quale la Vanoli, se si esclude il gioco da tre di Drew "MVP" Crawford, non ha praticamente mai messo il muso nel pitturato; tanto là sotto c'era Mangok "Mandingo" Mathiang, lasciato sul parquet per tutti gli ultimi dieci minuti dal Meo Nazionale, che faceva a sportellate con i cristoni triestini al gran completo, da cui peraltro ha ricevuto per tutta la gara mazzolate tremende senza fare una piega (come non l'hanno fatta gli "arancion-grigi"; lascerei perdere il discorso sennò mi parte l'embolo a si arriva a Natale. Non vale davvero la pena perdere troppo tempo per quei tre, in particolare uno, tale Michele Rossi..).

08-.jpg

Tutti gli altri hanno messo su uno spettacolino niente male; un gioco perimetrale che ha fatto ballare una estenuante rumba alla difesa triestina con circolazioni di palla che definire sublimi è usare un eufemismo. Mi viene in mente l'ultima, quella che ha liberato Peyton "W.A.S.P." Aldridge per la bomba della staffa; abilità, rapidità ed organizzazione nel liberare qualcuno sul perimetro per un tiro aperto dall'arco.

Questo, popolo vanoliano, è un gran bel basket. Altro che robacce non solo statiche ma pure noiose viste in questi play off, tipo quattro più o meno fermi e uno con la palla in cerca di soluzioni che arrivano solo grazie all'immenso talento di qualche giocatore (ogni riferimento alla Milano, pure quella vincente dell'altra sera, del noto "salix flere" seduto in panca è dannatamente voluta). Peraltro la circostanza che tutto ciò sia avvenuto negli ultimi 1200 secondi avvalora l'ipotesi già paventata l'altro ieri, e cioè che questi ragazzi pare siano ancora a settembre; no perchè se non sei più che a posto fisicamente, invece di fare quel tipo di gioco, come noto un po' dispendioncello, dopo 30 minuti di gara vedi la Madonna sul canestro come il buon Fantozzi sulla traversa.

05-.jpg

E arriviamo alla seconda di "roba".

E probabile che anche in questo caso al Ciranone vostro sia andata di "quell'organo-del-corpo-posto-circa-a-metà-del-lato-posteriore", ma sta di fatto che Giulio "Mio Ragazzone Bolognese" Gazzotti stavolta è stato impiegato ben oltre il minutaggio a cui era abituato in regular season, e direi decisissimamente "con un certo costrutto". 8 minuti e 15 secondi così distribuiti: 2,45 nel 1° quarto, 4,15 nel secondo e 1,15 nel terzo. Messa così salta su come una sberla il fatto che nel 2° quarto, e cioè quello più, come dire, problematico per la Vanoli, Giulio "Mio Ragazzone Bolognese"Gazzotti è stato sul parquet per quasi metà periodo. Lo ha fatto nel suo solito modo, e cioè mettendo giù tutte quelle cose che non entrano nelle statistiche ma che sono utili alla causa e fanno la felicità di ogni coach; c'era da "sporcare" una palla, da ostruire una linea di passaggio, da fare a sportellate con qualcuno, da fare un blocco cieco, insomma da fare la "voce grossa", e sulla linea del fronte lui si presentava puntualmente. Non sono io, che sono di campagna, che lo dice, ma niente po' po' di meno che il Meo Nazionale in conferenza stampa.

Tra l'altro se nell'ultimo quarto gli "altri" parevano essere ancora a settembre, lo devono anche alla sua generosa dediziosità. I miei 12 lettori conoscono bene la passione del Ciranone loro per sto autentico guerriero del parquet, e quindi comprenderanno la seguente impegnativa dichiarazione: Giulio "Mio Ragazzone Bolognese "Gazzotti, mio personalissimo MVP.

02-.jpg

Detto questo la logica conseguenza è che ora non siamo più in otto ma in nove, anzi magari pure in 10 perchè ho una mezza idea che domani sera la campana possa suonare pure per Giacomo "Jack" Sanguinetti. Si va infatti in un "catino" che probabilmente sarà bello caldo e dove ci sarà bisogno di nervi saldi e pazienza, parecchia pazienza, tutte cose che presuppongono una certa presenza fisica. Credo quindi che il Meo Nazionale non esiti a dare minutaggio anche al neo arrivato, il quale suppongo non veda l'ora di "divorare" il parquet perchè partecipare ad un play off per l'assegnazione del titolo è un'occasione da pigliare al volo.

E siccome si parla di "occasioni", ciò mi da il destro per cianciare lapalissianamente su quelle che arrivano; è l'ultima a disposizione di Trieste per riaprire la serie e la prima per la Vanoli per chiuderla. La partita che verrà sarà ovviamente condizionata da questo fatto, e cioè vedremo due squadre che sputeranno sangue per arrivare alla propria di "occasione". Ma vista "l'economia" delle prime due gare, Trieste per cavarcela deve fare la partita perfetta, e risiccome la perfezione a questo mondo non esiste, ed il gioco più bello del mondo, nel quale il refolo di una scoreggina del primo spettatore lì a due passi può far impercettibilmente cambiare direzione ad un tiro decisivo sparato da oltre l'arco, non fa ovviamente eccezione, è inutile girarci intorno, fare scongiuri o toccarsi parti anatomicamente note, ma la favorita adesso è la Vanoli.

04-.jpg

E' il caso di portarla a casa subito e chiudere la storia? Si, e per un sacco di motivi. Ma se per caso non ce la si facesse l'affanno sarà sempre loro; perchè loro sanno che devono ritornare in quel palazzo che in due giornate ha reso cosa tangibile la frase "sesto uomo in campo". E con un palazzo così tutto è possibile.

Il che è bello e istruttivo (cit.)

PS: Un goliardo come il Ciranone vostro non può esimersi da "piessare" sul manipolo di tifosi triestini di ieri sera. Non c'era il mitico ombrellone di cui vi ho già narrato in occasione della gara in campionato, ma sono stati ugualmente da statuetta non solo per il "Miss Italia mostraci le tette" ma soprattutto per gli autosfottò che si sono amabilmente dedicati alla fine. Una tifoseria speciale che per farsi "notare" non ha bisogno di distruggere plexigas come tante altre orde di barbari longobardi (capisci ammè), ma di ricondurre tutta la faccenda alle sue giuste dimensioni, e cioè quelle di una festa sportiva e popolare. Cari amici di Trieste, un chapeau lungo da qui al Venezuela da un vostro goliardissimo fratello.   

 

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

CREMONA - Via Rialto, 20/G
Tel. 0372437494
Richiedi un Preventivo

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227
Verniciature
Sabbiature
Tinteggiature
Protezioni Anticorrosive
Decorazioni Facciate
  • Verniciature
  • Sabbiature
  • Tinteggiature
I.V.I.C. di Cisotto A. e Armorina D. Snc.
Via Riglio, 19 - Cremona | +39 0372 31086 | alberto.ivicsnc@gmail.com

PIACENZA
Tel +39 0523 755080

Corsi di recupero

di uno o più anni

Corsi Paritari

60 anni di successi

Una Scuola una Famiglia

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor
Via Ala Ponzone 1, Cremona
Agenzia Via XX Settembre 65
CREMONA
di Ronca Angelo

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.