fbpx

Della “diversità” vanoliana…

Vanoli
Pin It

"Ma sei io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, le attuali conclusioni…"

Dio solo sa perché stamattina, dopo una serata cogitabonda e una nottata con la cervice che, mentre ronfavo, rimuginava certamente di Vanoli e dintorni, mi sono svegliato con piantato nel solito neurone di nord-ovest l’incipit di una nota canzone del Poeta (Guccini, non Peppe) che si chiama “l’avvelenata”. Cosa c’entri infatti una canzone sull’incazzatello spinto (se non ci credete; motore di ricerca, digitare l’avvelenata testo, e poi leggere tutto d’un fiato fino in fondo) con lo spettacolo messo su non solo ieri sera e neppure in tutti questi play off ma pure in tutta la stagione dalla “band of brothers” è un mistero.

Ho cercato di risolverlo rileggendo anch’io tutto d’un fiato l’importante guccinian-capolavoro ma non ne è sortito nulla. La canzone infatti è una colorita e continua contumelia, e qui di contumelie non ce n’è proprio da fare, solo applausi e ringraziamenti.

Ma poi, bang! Si è squarciato il velo ed è arrivata la soluzione; a volte il solito neurone di nord-ovest fa questi scherzi. “L’avvelenata” è una canzone “diversa” perché “diverso” rispetto al panorama del cantautorato nostrano è il suo autore, esattamente come la Vanoli che, rispetto al mondo patinato e “velinaro” a cui purtroppo si concede ogni tanto nella sua versione italica il gioco più bello del mondo, è “diversa” come sono “diversi” i suoi “familiari”.

01-.jpg

Già la “diversità”. La stessa “diversità” che trovi via via sempre di più se scendi di categoria; è la “diversità” delle minors dove la progressiva e cronica mancanza di soldi è sopperita dalla fantasia e perché no dalla testardaggine che permette di metter su campionati con poco o niente, sostenuti quasi esclusivamente dalla passione.

La Vanoli è “diversa” perché ha portato la mentalità, l’approccio e la cultura delle minors in Seria A. Tutti si stupiscono del fatto che una squadra con il budget più risicato dopo Pesaro sia riuscita nell’impresa di competere con squadre economicamente e pure, capisci ammè, “politicamente” più forti. E si stupiscono, e non capiscono, perché per loro l’equazione soldi=squadra competitiva è l’unica possibile per imporsi nel basket e nello sport in generale.

Dai e dai sta equazione ha provocato, con l’avvallo a volte complice di Lega e Federazione, i guasti che sono sotto gli occhi di tutti. Non c’è stato campionato negli ultimi 10 anni che non abbia visto una o più squadre sottoscrivere, nonostante avvisaglie di ambasce economiche, fior di contratti pur sapendo di non poterli onorare o, peggio ancora, sperando nell’arrivo di qualche “messia” per risolvere la situazione. I ciocchi di Caserta e Torino, per citare due esempi clamorosi, sono solo la punta dell’iceberg, e in quei casi si è arrivati a conclusioni drastiche solo perché non si poteva proprio fare altrimenti. Da 10 anni in serie A è arrivato invece l’esempio virtuoso di una formichina che è diventata un gigante e che ha tutta l’intenzione di rimanere tale non snaturando la sua "diversità".

02-.jpg

Pare che in questi giorni venga deciso il budget per la prossima stagione, e allora il Ciranone vostro, che non ha mai chiesto nulla alla società perché nulla c’era da chiedere, adesso fa un’eccezione; è stato un anno straordinario perché iniziato in un certo modo e con determinate scelte, modi e scelte che sono dannatamente da confermare anche per la prossima stagione. A laonde per cui non un euro di più e sbattete in faccia ai soloni dell’equazione soldi=squadra competitiva la vostra passione, competenza, responsabilità, tenacia, programmazione e realismo, tutte cose che non costano nulla ma che hanno un valore immenso e danno queste sì lustro allo sport più bello del mondo (e questa la dedichiamo a Sandro Gamba).

No perché.

Meo Sacchetti, Gianmaria Vacirca, Flavio Fioretti e Simone Bianchi ce li abbiamo noi e ci hanno regalato una squadra da sogno.

Jacopo Torresi, Piercarlo Manzini, Luigi Mancini, Augusto Bagnoli, Sebastiano Spotti e Davide Cornetti ce li abbiamo noi e ci hanno regalato una squadra fisicamente in grado di affrontare 42 partite (30 di regular season, 9 di play off e 3 di coppa Italia) al meglio possibile della condizione.

Michele Talamazzi, Davide Pettinari, Mauro Saja, Beatrice Placchi, Michele Bassani, Paolo Bassignani, Gianpietro Moroni, Michele Serina, e Ottavia Ghilardi ce li abbiamo noi e ci hanno regalato una organizzazione che non è perfetta solo perché la perfezione non esiste. Permettetemi solo una menzione particolare per la new entry, Ottavia Ghilardi, che ha portato un tocco di friccicorìo tutto femminile ai social vanoliani.

E finiamo con la testa, ovvero il CDA Vanoli; Francesco Rozzi, Davide Maestroni, Ruth Vanoli, Davide Borsatti e, naturalmente, Aldo Vanoli fu Guerino da Soncino ce li abbiamo noi e ci hanno regalato una stagione da non dimenticare e da rimembrare ogni tanto gustandola piano piano come si farebbe con un nocino fuoriserie.

03-.jpg

Ho voluto citare tutti quanti perché tutti quanti sono “diversamente” Vanoli Family, e lo sono assieme a noi, popolo vanoliano e tutta una città intera, che quest’anno abbiamo percepito a pelle una vicinanza con la società forse mai sperimentata prima. 

Non cito i veri protagonisti, e cioè i regàs, perché rasenterei la banalità; tutti quanti al proprio limite se non oltre. Qualcuno fatalmente se ne andrà ma potete scommettere che chi lo farà non dimenticherà tanto facilmente un gruppo così unito e una stagione così strepitosa.

"Ma sei io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, forse farei lo stesso…"; il Poeta (Guccini, non Peppe) conclude in questo modo il suo incavolatissimo capolavoro. E farà lo stesso pure la Vanoli; “diversamente” normale, sempre.

Il che è bello e istruttivo (cit.)

PS: mi sarebbe sovvenuto proprio ora che il regolamento della Supercoppa, in programma a Settembre a Bari, prevede la partecipazione delle finaliste della Final Eight e dei Play Off; la vincitrice del campionato con la finalista perdente della Final Eight e viceversa. Ciò significa che la vincente del campionato incontrerà Brindisi e la perdente la Vanoli. Ma significa pure che Milano, dopo tempo immemore, è fuori dalla Supercoppa; questo è un altro segno tangibile della vittoria della “diversità” sull’equazione soldi=squadra competitiva, ed è pure un altro gradito e "provinciale" omaggio che il Ciranone vostro fa a Sandro Gamba.

 

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

CREMONA - Via Rialto, 20/G
Tel. 0372437494
Richiedi un Preventivo
Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227

PIACENZA
Tel +39 0523 755080

Corsi di recupero

di uno o più anni

Corsi Paritari

60 anni di successi

Una Scuola una Famiglia

Verniciature
Sabbiature
Tinteggiature
Protezioni Anticorrosive
Decorazioni Facciate
  • Verniciature
  • Sabbiature
  • Tinteggiature
I.V.I.C. di Cisotto A. e Armorina D. Snc.
Via Riglio, 19 - Cremona | +39 0372 31086 | alberto.ivicsnc@gmail.com

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor
Via Ala Ponzone 1, Cremona
Agenzia Via XX Settembre 65
CREMONA
di Ronca Angelo
 
 

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.