fbpx
Privacy Policy

Vanoli vs Virtus Bologna… come un esercito di gatti nelle mutande

Vanoli
Fotografie: Bart Vurchio

Arriva un’altra di quelle partite che il Ciranone vostro, alla letta del calendario quest’estate, ha circolato con un bel rosso intenso. “Oddio ci risiamo” - penserete adesso – “ecco che il Ciranone ci ripropina  la solita tiritera fortitudina contro gli aristocratic-balanzon-virtussini…” E invece no! Stavolta la solita grattarola che lo piglia quando sente avvicinarsi gli aristocratic-balanzon-virtussini passa decisamente in secondo piano fino a scomparire perché si darebbe il caso che domenica a palazzo sbarca un tipo che nelle dieci giornate di campionato e nelle quasi altrettante in coppa ci ha già fatto vedere un tale campionario di strepitose genialate che mi sa che a Los Angeles, sponda Clippers, sono già arrivati all’omero a forza di mangiarsi le unghie per averlo lasciato andare un po’ troppo frettolosamente.

13-.jpg

Che il tipo sia uno spettacolo nello spettacolo non sono io a dirlo ma niente po’ po’ di meno che il Meo Nazionale. E la cosa non mi sorprende affatto perché un paio d’anni fa, in una fresca mattina di fine agosto sulla veranda dell’hotel Denny di Carisolo durante una delle più sciagurate interviste che gli sarà mai capitato di fare, a precisa domanda (“chi le sarebbe invece piaciuto allenare e non le è mai capitata l’occasione?") arrivò secca come una fucilata la seguente risposta: “Ah beh, il mondo è pieno. Magari uno da avere in squadra e non da allenare perché è un giocatore già fatto e completo, è Teodosic; quando lo guardo giocare e fare delle cose incredibili rimango a bocca aperta.” E proprio ieri durante la conferenza stampa ha pure messo giù un altro carico da novanta sostenendo che anche solo vedere all’opera Milos Teodosic “vale sicuramente il prezzo del biglietto”.

14-.jpg

Quindi direi ampiamente giustificato il circoletto rosso messo allora. Ma lo è diventato ancora di più perché se l’arrivo del genio di cui sopra è stato un evidente toccasana per la asfittica Virtus degli ultimi anni, è altrettanto evidente che nemmeno le torri degli Asinelli e della Garisenda avrebbero saputo o potuto prevedere un avvio così fulminante. Dieci, in fila per tre, col resto di uno; mi pare di aver letto da qualche parte che solo un paio di volte in tutta quanta la storia del basket nostrano sia capitato un avvio simile. Ravanando nel mio subconscio di storico mancato potrei ricercare quelle due volte e spiattellarvele, ma mi sa che fareste prima voi con un qualsiasi motore di ricerca.

Ritorno quindi a bomba sull’importante contingenza infarcendola però con una circostanza che mi pare sfuggita ai più; e cioè che la signora “dieci vittorie di fila” e il suo “principe” stavolta devono vedersela con una “signorina” che detiene, anche se in coabitazione con un paio, forse tre, di altre leggiadre matrone, il secondo record di vittorie di fila della stagione; quattro.

11-.jpg

Oddio, la “signorina” si presenta all’appuntamento in modalità “Enrico Toti” e dopo una settimanella un po’ complicata, iniziata con i mugugni di parte del popolo vanoliano per la prestazione “incolore” (sic!) di Pesaro (se mi dicessero che la Vanoli da qui alla fine vince ancora altre 15/20 partite “incolori” che mi dicano dove c’è da firmare che mi precipito), proseguita con la batosta di Jordan Mathews che si aggiunge a quella, nota, di Travis Diener, continuata con i guai, per fortuna passeggeri,  di Josip Sobin e Ethan “our big guy” Happ, e terminata con la “sberla in pieno volto“ (cit. Laura Lodigiani) dell’addio di Giulio “Mio Ragazzone Bolognese” Gazzotti, per cui siamo stati messi meglio altre volte.

Siamo quindi già belle che spacciati? Mah! Di certo non nella migliore condizione possibile, ma proprio sto fatto, e cioè, in pratica non avere proprio nulla da perdere, potrebbe essere una importante molla per i “sette”, forse “otto”, ma sarebbe meglio i “nove” che periglieranno domani a palazzo.

40-.jpg

La stessa pensata deve averla fatta pure il Meo Nazionale che ha fatto ancora una volta il punto esatto della situazione: “Noi dobbiamo fare questo, trovare stimoli dalla partita e non farci intimorire. Dobbiamo giocare con faccia tosta. Se poi loro saranno più bravi vinceranno e ci complimenteremo con loro”.

Ci riuscirà la “signorina” Vanoli? La stessa domanda, anche se in circostanze completamente diverse, ce la si era posta alla vigilia della gara casalinga con la Fortitudo; dopo lo “schifo” con Cantù, senza Travis Diener e con Ethan “our big guy” Happ al suo esordio, ci si diceva che per portarla a casa occorreva l’animus pugnandi delle occasioni speciali e pure il completo e totale appoggio del palazzo. Bene, in quella occasione arrivarono entrambe le cose e arrivarono pure i due punti.

34-.jpg

Se lo si è fatto una volta, ed in condizioni certamente più difficili, non vedo perché non ci si possa ripetere anche domani, peraltro con uno stato d’animo più tranquillo, e cercando pure di fare un piacere a tutta l’Italia baskettara; non dobbiamo infatti  “essere insensibili al grido di dolore che da tante parti d'Italia si leva verso di noi…”. Cosa c’entri ora Vittorio Emanuele II di Savoia solo il solito neurone di nord-ovest lo sa; quello che c’entra invece è che l’invito a giocare con la faccia tosta del Meo Nazionale il Ciranone vostro lo traduce così: dai regàs, rompete i “gioielli” della Virtus come farebbe un esercito di gatti nelle mutande.

Il che è bello e istruttivo (cit.)

 

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

  • Progettiamo piscine e wellness
  • Progettiamo il tuo angolo di relax
  • Abbiamo tutta l'esperienza per realizzare il tuo sogno
  • E forniamo tutta l'assistenza di cui hai bisogno
  • Ampia gamma di prodotti per il trattamento dell’acqua
  • Con te 12 mesi l'anno
  • Vieni a trovarci nello showroom di Vescovato
  • Abbiamo la miglior soluzione per ogni esigenza
Piazza Roma, 8/9 - VESCOVATO (CR). Tel. 0372 1939167 / 338 4267355
  • Laghetto

  • AstralPool

  • zodiac

Dove si progetta il tuo futuro
CONSULENZA GRATUITA PER MUTUO AL 100%
Silver Sponsor

PIACENZA
Tel +39 0523 755080

Corsi di recupero

di uno o più anni

Corsi Paritari

60 anni di successi

Una Scuola una Famiglia

Che tu guidi per Lavoro
per Passione
o per Piacere
da poco
con i Tuoi
O con chi Vuoi
Fallo senza pensieri
Affida le tue pratiche auto
a mani esperte
e goditi il viaggio
Via Bernardino Ricca, 7
26100 CREMONA
Tel. 0372 26227

CATTERINI ROSINO

Attrezzature, Arredo Bar, Cucine Professionali

Via S. Bernardo, 23L, CREMONA +39 03 724 533 56 catterinirosinosrl@gmail.com

Via Ala Ponzone 1, Cremona
 
 

IMPIANTI Elettrici.
Civili e Industriali.

Tel:335 5441771.

ASPIRAZIONE
Centralizzata

Tel:335 5441771.

AUTOMAZIONI
Cancelli e Portoni.

Tel:335 5441771.

CITOFONIA
e Videocitofonia

Tel:335 5441771.

ALLARMI
E ANTIFURTO

Tel:335 5441771.

SISTEMI
Videosorveglianza

Tel:335 5441771.

ANTENNE TV
e SATELLITARI

Tel:335 5441771.

IMPIANTI
FOTOVOLTAICI

Tel:335 5441771.

SISTEMI DI
ILLUMINAZIONE

Tel:335 5441771.

G.E.A.R
Impianti Elettrici

Tel:335 5441771.