Travis: Emozione alle stelle, abbiamo giocato bene per metà partita

Pin It

Travis Diener è agitato ed emozionato, tossisce ogni due secondi e non riesce a stare fermo sulla sedia: "Mia moglie piangeva, io stesso ero emozionatissimo, è stata di gran lunga la partita più emozionante che ho giocato finora; Sassari è un posto speciale per me, per mia moglie e per i nostri tre figli, tornerò qui ogni volta che potrò finche non morirò perché l'affetto che provo per questa terra è troppo forte. E' da una settimana che sono nervoso, ora per fortuna la partita è finita".

Sulla partita dice "è ovvio che volevamo vincere, abbiamo giocato bene per venti minuti, peccato che per vincere contro Sassari non bastano, ne servono 40 di alto livello. Loro hanno messo in campo un'energia pazzesca ed hanno vinto con merito".

Spazio a qualche battuta con i giornalisti: "quella è un'Ichnusa? woooow!", "se torno l'anno prossimo? Mah, chissà, sono un po' pazzo, non so cosa farò l'anno prossimo. Ma tanto a Sassari torno comunque", "imparare l'italiano? dai magari l'anno prossimo lo parlo".

L'ultima battuta è su Meo: "è sempre stato uno che faceva fatica a lasciarsi andare alle emozioni, ora che sono tornato è sempre lo stesso anche se ha vinto lo scudetto. E' venuto a trovarmi in America, è il motivo principale per cui ho scelto di tornare a giocare e di farlo con Cremona, è il mio coach e lo sarà per sempre".