fbpx

Derby stellare, Piadena suda le proverbiali sette camicie e nel finale la spunta su un Pizzi mai domo

Serie C Gold
Pin It

Le premesse per una partita epica c’erano tutte: Piadena, prima in classifica senza sconfitte, rullo compressore, mezza squadra confermata e mezza nuova, un gruppo apparentemente senza punti deboli.

Pizzighettone, seconda forza del campionato, una sola sconfitta e scalpi pesanti in quel di Lumezzane e Cernusco, squadra solida e compatta, due soli nuovi innesti, un gioco consolidato negli anni, probabilmente la rivelazione di questa prima metà di girone di andata.
A condire il tutto due allenatori, Tritto e Giubertoni, esperti, preparati, meticolosi e molto esigenti, due società che hanno fatto della lungimiranza e della programmazione le loro bandiere, pubblico delle grandi occasioni.

IMG_7489.JPG

Starting five classici, Foti-Pedrini-Casali-Lugic-Gerli per i padroni di casa, Leone-Tinsley-Lorenzetti-Olivieri-Marenzi per gli ospiti che schiacciano subito fortissimo sull’acceleratore e volano sul 6-0 con Olivieri, Lorenzetti ed il contropiede di Capitan Marenzi.

Foti dalla lunga sblocca i suoi, Leone inizia a sciorinare il suo repertorio con un canestro dolcissimo da centro area, Olivieri domina sotto i tabelloni, 2/2 dalla carità e dopo soli due minuti gli ospiti conducono 10-4; Pizzighettone abusa del tiro da tre, Piadena difende benissimo chiudendo ogni linea di passaggio, Lorenzetti ne mette altri quattro e coach Giubertoni ci vuole parlare su.

lore_pedro.JPG

Al rientro ancora Foti fa 2/2, Leone serve un cioccolatino che Lorenzetti deposita in fondo alla retina, la partita viaggia a ritmi folli, non c’è un attimo di tregua, Lugic sbaglia la bomba e sul ribaltamento di fronte Marenzi gli spiega come si fa: tripla perfetta e Piadena prende il largo.

foti_att.JPG

Lorenzetti, leggermente dominante come al solito, si traveste da play e regala un pallone d’oro a Vignali, tutto solo sotto canestro, ancora Foti, unico rivierasco che trova un po’ di continuità, va a segno con il suo tipico arresto e tiro, Casali infila una bomba ed un libero ma Vignali è caldissimo e trova il canestro dalla lunga distanza che chiude il periodo sull’eloquente punteggio di 28-14 per gli ospiti.
Se già la partita doveva essere una montagna da scalare per il Pizzi ora il dislivello è decisamente aumentato.

vigna_solo.JPG

Si riparte ed ecco la mossa di coach Giubertoni che si rivelerà decisiva: dentro Fabio Montanari, classe 2001, niente paura, faccia tosta da vendere ed un fisico esplosivo.

monta.JPG

Entratona di Lugic, Marenzi brucia Montanari sul primo passo ma si becca la stoppata fulminea del ragazzino, Vignali si vede annullare un canestro regolarissimo ma la dea bendata gli restituisce il maltolto con due punti ben più che fortunosi e la partita non accenna minimamente a calare di intensità.

IMG_7507.JPG

Inizia il Montanari Show, canestro, rubata e contropiede e sono quattro di fila, Pedrini segue a ruota ed in un amen la Mazzoleni è a -8 con coach Tritto costretto al minuto.

IMG_7558.JPG

La marea biancoblu non accenna a diminuire, la difesa sembra esattamente quella di Piadena del primo quarto, cinque punti di Pedrini e Bertuzzi fanno tremare i muri del Palastadio, Corno lotta sotto canestro e trova due punti per provare a fermare l’emorragia ma il Pizzi è in trance agonistica e con Roberti, Montanari e Lugic trova la parità a quota 32 al 16’.

IMG_7519.JPG

La tensione è alle stelle e quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare: Leone ruba e segna sulla rimessa errata dei rivieraschi, subito dopo spara una bomba dal peso specifico enorme che però trova l’immediata risposta di Pedrini sempre dall’arco.

lore_att.JPG

Se possibile l’intensità si alza ancora, Lorenzetti regala un capolavoro sul piede perno, roba da far vedere a tutti i minibasket della provincia, ma il ferro gli dice no, Foti dalla lunetta agguanta la nuova parità a quota 37, Vignali regala un assist strepitoso per altri due di Corno ma è ancora baby Montanari ad ergersi a protagonista: entrata supersonica più gioco da tre punti fanno 12 personali, Vignali ne infila altri due e si va all’intervallo lungo con il punteggio di 42-41 per la Mazzoleni.
Incredibili i primi due quarti praticamente in fotocopia, 28-14 il primo, 28-13 il secondo con la sensazione che il secondo tempo regalerà un’autentica battaglia.

IMG_7595.JPG

Dentro ancora i “duri a morire”, immediato gioco da tre di Antonio Lorenzetti, risponde Lugic con l’aiuto del ferro e Foti dalla lunetta, Piadena perde un paio di palloni ed è ancora il serbo di Pizzi che va a bersaglio dalla lunga distanza per il +5 rivierasco; neanche il tempo di alzare le braccia al cielo che il killer Andrea Leone preme il grilletto, bomba micidiale e tutto da rifare.

IMG_7569.JPG

Fiammata di Casali, seguito dal suo grande amico Marenzi, la partita è splendida, il pubblico è in visibilio ed il ritmo non cala nemmeno per un secondo; il capitano di Piadena è letteralmente on fire, assist al bacio in piena velocità per Corno, stoppata sull’ennesima entrata di Montanari ed è sempre parità a quota 51.

IMG_7578.JPG

Foti riparte con due punti in sospensione, Corno, caldissimo, se ne esce con la specialità della casa, bomba in transizione e gli orange mettono di nuovo il naso avanti, Pedrini si inventa una difesa monumentale su Leone e costringe Piadena all’infrazione di 24”, altri due di Lugic prima che l’equilibrio venga spezzato dal fallo tecnico comminato a coach Giubertoni.

leo_libero.JPG

Leone monetizza la sanzione, infila due punti di rara bellezza e subito dopo Lorenzetti prova a far scappare i suoi ma Lugic non ci sta: gioco da tre punti, capitan Roberti dalla lunetta fa 2/2 e di nuovo Pizzi mette il naso avanti, Mascadri prima va a segno dalla lunetta poi regala due capolavori balistici che però mancano il bersaglio grosso, la preghiera di Montanari è decisamente velleitaria ed all’ultimo intervallo il tabellone dice 61-60 per gli ospiti.

monta_pall.JPG

Montanari rientra e ricomincia da dove aveva finito: bomba che fa esplodere il palastadio, la tensione si taglia a fette, le squadre si studiano ma perdono qualche pallone di troppo allora Piadena si affida al suo punto fermo: due punti del totem Lorenzetti, Bertuzzi sbaglia una bomba aperta, ribaltamento ed ecco il killer silenzioso che ancora non si era visto, Thomas Tinsley, tripla perfetta e prima spallata di Piadena che costringe Giubertoni al timeout.

tinsley.JPG

Pizzi sembra sulle gambe, Marenzi, da sempre l’uomo giusto al momento giusto, piazza cinque punti filati a punire le rotazioni Mazzoleni, 63-71 al 34’ e seconda spallata in meno di due minuti; Foti trova altri due punti, Lugic intercetta un pallone d’oro che diventa un contropiede ancora di Foti, nuovo -4 e nuove speranze per i padroni di casa.

Piadena non si scompone e, con Leone in panchina, trova due punti delicatissimi di Mascadri ma soprattutto il colpo del ko con una bomba da 8 metri di Tinsley; terza spallata e stavolta è quella decisiva.

masca_pall.JPG

A 3’10 dal termine Pizzi accusa la botta, è a corto di fiato e si fa prendere dalla frenesia sbagliando troppo, Olivieri dalla lunetta regala ai suoi il +10 ma mai dare per morto un leone ferito: ruggito con bomba di Pedrini, Foti si vede fischiare un antisportivo esagerato, Leone incredibilmente fa 1/2 e Tritto chiama il timeout per disegnare lo schema.

IMG_7808.JPG

Al rientro Piadena non concretizza ed è ancora una volta Fabio Montanari che con un aplomb da veterano si butta dentro, trova il fallo di Olivieri e concretizza un gioco da tre punti che ridà fiato al pubblico sugli spalti; il cronometro è tiranno, Piadena può gestire mentre Pizzi deve ricorrere al fallo sistematico, Leone e Tinsley ringraziano e chiudono 73-82.

canestro_pia.JPG

Partita meravigliosa, giocata a viso aperto da due squadre che hanno dimostrato di meritare le rispettive posizioni in classifica: uno spot per il basket in generale ed un orgoglio per quello cremonese in particolare.

Vince Piadena, più lunga e più dura mentalmente, squadra che ha saputo reagire nei momenti peggiori, trovando sempre il guizzo vincente; dall’altra parte onore delle armi ad una Mazzoleni Pizzighettone che ha sfiorato una vera e propria impresa recuperando un gap importante e giocandosela punto a punto fino a un minuto dalla fine.
Finisce con tutto il pubblico in piedi che applaude le due squadre intente a complimentarsi a vicenda sul parquet: chapeau.

Basket Team Pizzighettone 73
Corona Platina Piadena 82
Parziali: 14-28 / 42-41 / 60-61 / 73-82

PIZZIGHETTONE: Foti 16, Roberti 3, Pedrini 10, Bertuzzi 3, Severgnini, Montanari 18, Casali 8, Cipelletti ne, Lugic 15, Gerli, Baldrighi ne, Tolasi ne.
All. Giubertoni

PIADENA: Leone 18, Maresca ne, Corno 9, Belluco ne, Tinsley 8, Lorenzetti 15, Piazza ne, Sereni, Vignali 11, Olivieri 5, Marenzi 12, Mascadri 4.
All. Tritto

MVP: Leone - Montanari

Note: Tecnico Giubertoni 27’, Antisportivo Foti 39’.


8^ Giornata - Andata
Romano Basket 68-78 Nb. Prevalle 03/11/18 21.00  
Virtus Lumezzane - Gilbertina 04/11/18 18.00  
Mazzoleni Pizzighettone 73-82 Corona Platina 03/11/18 21.00  
Basket Iseo 67-63 Pall. Gardonese 03/11/18 21.00  
Bk Sustinente - Blu Orobica 21/11/18 18.00  
Lissone 92-62 Libertas Cernusco 03/11/18 21.00  
Milano 1958 85-44 Sansebasket 03/11/18 21.15  

CLASSIFICA

    P G V P PF PS DP
1 Mg.Kvis Corona Platina 16 8 8 0 699 528 171
2 Virtus Lumezzane 12 7 6 1 601 520 81
3 Mazzoleni Pizzighettone 12 8 6 2 599 541 58
4 Imbal Carton Prevalle 12 8 6 2 610 582 28
5 Pall. Gardonese 10 8 5 3 606 577 29
6 Argomm Iseo 10 8 5 3 562 584 -22
7 Pall. Lissone 8 8 4 4 601 588 13
8 Romano Lombardo 8 8 4 4 548 552 -4
9 Libertas Cernusco 8 8 4 4 554 569 -15
10 Gilbertina Soresina 6 7 3 4 488 490 -2
11 Pall. Milano 1958 2 8 1 7 558 605 -47
12 Basket Sustinente 2 7 1 6 465 519 -54
13 Sansebasket Cremona 2 8 1 7 517 635 -118
14 Blu Orobica Bergamo 0 7 0 7 443 561 -118

9^ Giornata - Andata
Nb. Prevalle - Virtus Lumezzane 11/11/18 18.00  
Blu Orobica - Mazzoleni Pizzighettone 11/11/18 18.00  
Pall. Gardonese - Sansebasket 11/11/18 18.00  
Gilbertina - Bk Sustinente 11/11/18 18.00  
Corona Platina - Lissone 10/11/18 21.00  
Libertas Cernusco - Basket Iseo 10/11/18 18.30  
Milano 1958 - Romano Basket 10/11/18 21.15