Riprendono le attività dell’A.c. Crema 1908 non vedenti. I nerobianchi al torneo internazionale di Amburgo

News
Pin It

L’A.c. Crema 1908 non vedenti parteciperà al torneo internazionale che si disputerà ad Amburgo sabato 15 e domenica 16 settembre. Il dirigente Sesini: «Occasione di arricchimento, non solo sul piano tecnico»

Archiviato lo scudetto, vinto nella passata stagione calcistica, l’A.c. Crema 1908 scalda i motori per l’imminente inizio del Campionato. Ma lo fa in terra tedesca, precisamente ad Amburgo. Si terrà, infatti, sabato 15 e domenica 16 settembre, ad Amburgo, il torneo internazionale di calcio a cinque non vedenti. In quell’occasione l’A.c. Crema 1908 sfiderà le seguenti squadre: Turged Istanbul (Turchia), Avoy Mu Brno (Repubblica Ceca), Once Alicante Timpers (Spagna), Brussels 5-a- side Anderlecht (Belgio) e Fc St. Pauli (Germania).

La società nerobianca, che ha dimostrato di credere fortemente nello sport inclusivo, continua imperterrita per la propria strada:

Lo scorso anno abbiamo vinto il Campionato Italiano, ma non dobbiamo fermarci - spiega il dirigente accompagnatore, Stefano Sesini - Credo che la partecipazione ad un torneo internazionale possa essere per i ragazzi un’occasione di arricchimento, non solo sul piano tecnico

Dopo l’open day realizzato al San Luigi lo scorso anno, proprio con la squadra di Amburgo, i nerobianchi proveranno a levarsi qualche soddisfazione in Germania. «Le squadre che affronteremo sono fortissime, ma sono certo che i ragazzi daranno il massimo, come sempre» spiega.

Determinazione, entusiasmo e fiducia reciproca. Questi i valori ai quali i nerobianchi si ispirano per affrontare al meglio il Campionato alle porte:

«Gli atleti hanno da poco ripreso gli allenamenti, – continua Sesini – hanno voglia di ricominciare a pieno ritmo per migliorare e continuare ad abbattere in limiti. Come l’anno scorso, la composizione della squadra è eterogenea, ma credo sia fantastico vedere in campo giovani e meno giovani che corrono insieme verso un obiettivo comune: divertirsi oltre ogni ostacolo».